Bertoli Maila Bertoli Maila . Padova, (Veneto) Guida Turistica Padova e ville venete Provincia di Padova.
Guida Turistica Padova e Ville Venete Padova, (Veneto). 3385648858. .

I due Pini Marittimi di Padova Est

Li saluti quando parti e, il più delle volte, lo fai quasi pensando di far loro invidia, perché ti allontani dalla quotidianità mentre loro stanno sempre a casa, tra le cose vecchie, tra le solite cose - Io me ne vado, non ho radici, vado verso il futuro. Un po' come quella rosa che disprezzava il suo principino. Loro invece le hanno messe, eccome, le radici. Non amano viaggiare. Stanno a casa. Sono

"il nonno di Padova", che sorride al nipote vedendolo così entusiasta della vita e sprezzante verso ciò che è  routine, obsoleta esperienza, noiosa saggezza. Il "nonno di Padova est" ride e non ti spiega. Perché sa che prima o poi comprenderai ciò che ora ti stai lasciando alle spalle. Non viene con te, ma è comunque felice per il tuo entusiasmo e la tua sete di novità. Via. Lontano. Per ore o giorni. Ti dimentichi di tutto per un po' - Non mi serve, posso starne senza. IO, vado verso il futuro -

Poi, qualche tempo dopo, ti ritrovi nella direzione opposta e alle spalle, è strano pensarci, hai lasciato il futuro.  E allora guardi avanti, cerchi il tuo passato. Già, perché prima o poi bisogna farle le radici. Cerchi le sicurezze di sempre. Cerchi il tuo nonno, cerchi loro, i pini marittimi di Padova Est. Li vedi da lontano e se ancora non li vedi cerchi di affinare la vista sbuffando un po' perché non sei ancora vicino alla meta. Se non stai attento te ne accorgi troppo tardi, quando già li hai superati e ti dispiace un po', come quando per un soffio ti sei perso l'incontro con un amico. Spesso però ti rendi conto che non si trattava della persona conosciuta, ma di una che ci assomigliava; ed ecco che, guardando dallo specchietto, fai un sospiro di sollievo, perché scopri che, essendoci anche  il cavalcavia rosso, erano "solo" i due pini precedenti -Bene, stavolta non li perdo. ecco, ci siamo.

Sono la "stella cometa" che tu, come un Re Magio, segui da lontano, oppure quella  che il marinaio cerca nel cielo per non perdere le rotta.  Poi a un certo punto scorgi i primi due -ok, superati adesso vedo gli altri, eccoli, ci siamo quasi. I pini marittimi di Padova Est sono i "guardiani di Padova" per chi la raggiunge dall'autostrada; quando ti avvicini sembra quasi che ti aprano il portone e ti dicano "Benvenuto a Padova!"

Sono gli "amici fedeli" che non ti hanno abbandonato, come invece hanno fatto  i loro simili che nel tempo, uno ad uno, stanchi e vecchi se ne sono andati.  

I pini marittimi di Padova est sono la "mamma dei padovani", che ti aspetta alzata, alla finestra, non importa che ora della notte sia. Lei non ha sonno, non ha freddo non è stanca di stare in piedi. E, quando ci passi sotto, sembra che ti accarezzino la testa e ti dicano: "Bentornato, non ci siamo mossi di qui per vederti tornare". E come un bambino che, riconoscendo nel sonno la dolce mano della mamma, respira a fondo e allontana gli incubi notturni, tu trai un sospiro di sollievo, accenni a un sorriso- perché ti viene spontaneo farlo quando ci passi sotto-  e pensi... "CASA". 

Joomla templates by a4joomla

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information